Investire sull'infanzia: Cittadini in crescita 2/2014

30/11/2015 Tipo di risorsa: Tema: Titoli:

È online Cittadini in crescita 2/2014. Il nuovo numero della rivista del Centro nazionale si sofferma su un tema centrale nel dibattito sull'infanzia e l'adolescenza: gli interventi educativi rivolti ai bambini più piccoli.

Nel primo contributo della sezioneApprofondimenti Daniela Del Boca, docente all'Università di Torino, propone un'analisi sull'importanza di investire sull'infanzia, fil rouge di questo nuovo numero della rivista, mentre nel secondo contributo Aldo Fortunati, direttore dell'area educativa dell'Istituto degli Innocenti, presenta un'analisi dei dati sui servizi educativi per l'infanzia in Italia.

Cristina Gabbiani, funzionario dell'Istituto degli Innocenti e autrice dell'articolo successivo, si sofferma sul disegno di legge 1260 Disposizioni in materia di sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita fino a sei anni e del diritto delle bambine e dei bambini alle pari opportunità di apprendimento - presentato il 27 gennaio 2014 su iniziativa parlamentare della senatrice Francesca Puglisi, prima firmataria -, e sulla legge 107/2015 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti. Negli altri contributi della sezione Approfondimenti, infine, si parla di fattorie didattiche e di agrinido.

Segue, nella sezione Interviste, l'intervista a Brunella Casalini, docente di filosofia politica all'Università di Firenze, a cura di Erika Bernacchi, ricercatrice dell'Istituto degli Innocenti. Casalini critica i tentativi del neo-liberalismo di far gravare sui genitori, e soprattutto sulle madri, il peso del fallimento educativo della società contemporanea occidentale e mette in discussione il nesso troppo automatico e stretto che le neuroscienze hanno posto tra la relazione affettiva madre-neonato e i successivi sviluppi del bambino nella vita adulta.

La sezione Dalla parte dei “cittadini in crescita” contiene tre contributi: il primo presenta il lavoro di monitoraggio sulla Convenzione Onu sui diritti del fanciullo predisposto annualmente dal Gruppo Crc, network italiano di associazioni e ong; il secondo è dedicato ai sistemi informativi su famiglie e minori della Regione Toscana; il terzo, infine, illustra i risultati di un percorso di consulenza avviato negli anni passati, e ancora aperto, con i centri di servizio sociale del Comune di Napoli.

Nella sezione Statistiche e indagini si riporta una sintesi di una ricerca campionaria sugli stili di vita dei bambini della Basilicata, realizzata nel 2013 dall'Istituto degli Innocenti con la collaborazione dell'Ufficio scolastico regionale, mentre nella sezione Internazionale si presenta il network indipendente EU Alliance for Investing in Children, finalizzato allo scambio di competenze tra le più importanti organizzazioni europee impegnate nei diritti dell'infanzia.

Chiudono il volume lo spazio dedicato agli Eventi e la consueta Rassegna normativa, che segnala alcune delle principali novità giuridiche che riguardano i minori.

La rivista è disponibile per il download gratuito. Le copie cartacee possono essere richieste gratuitamente (salvo l'eventuale contributo per la spedizione) allo Sportello informativo del Centro nazionale. (bg)