"Dal nostro punto di vista", la voce dei ragazzi in comunità

«Diffondere la cultura dei diritti di partecipazione dei bambini e contribuire a rendere evidente la necessità di inserire i processi partecipativi all'interno dei percorsi di cura e di tutela»: è questo l'obiettivo del convegno Dal nostro punto di vista. L'agency e la partecipazione delle ragazze e dei ragazzi nei percorsi di protezione e cura, in programma il prossimo 5 settembre a Padova. Un incontro che vuole dare voce alle idee, alle riflessioni e alle opinioni dei ragazzi accolti in comunità e in affido e avviare un dibattito sul tema dell'ascolto e della partecipazione nell'accoglienza.

Il convegno, infatti, sarà l'occasione per presentare alcune esperienze di ascolto e di partecipazione dei giovani in comunità e in affido. I risultati raggiunti da queste esperienze, si spiega nella presentazione, «offrono dati, informazioni ed elementi di riflessione che tendono a sostenere come il coinvolgimento diretto degli accolti nelle varie fasi del percorso di cura, sia rispettoso dei diritti di cittadinanza dei bambini e degli adolescenti e possa incentivare i percorsi di autonomia e di riflessività dei ragazzi, delle ragazze e di tutti gli adulti coinvolti nell'accoglienza».

All'incontro, promosso dall'Università degli studi di Padova e dal Coordinamento nazionale comunità di accoglienza del Veneto, interverranno, oltre ad alcuni ragazzi accolti in comunità e in affido, Adriana Ciampa, dirigente del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Valerio Belotti, docente dell'Università di Padova, Aurea Dissegna, pubblico tutore dei minori del Veneto, e altri esperti.

La giornata di studio s'inserisce in un evento più ampio, intitolato Percorsi alternattivi. L'ascolto e l'accoglienza, per contaminare e contaminarci, che prenderà il via il pomeriggio del 5 e si concluderà il 7 settembre. La tre giorni, ospitata dall'Oasi di Ca' Roman, «ha l'ambizione di essere un punto di sintesi e al tempo stesso di rilancio di un percorso che cittadini, famiglie delle reti, operatori hanno voluto portare avanti con una modalità partecipata e aperta all'interno del Laboratorio Cittadini Accoglienti». Filo conduttore dell'evento, il tema dell'ascolto dei ragazzi accolti in comunità e in affido. (bg)

AllegatoDimensione
PDF icon programma_dalnostropuntodivista.pdf165.51 KB