"After" contro le mutilazioni genitali femminili

06/07/2017 Tipo di risorsa: Tema: Titoli:

L’11 luglio, a Milano, si terrà l’incontro Dall’Africa all’Europa: combattere le mutilazioni genitali femminili, una giornata di studio organizzata da Actionaid Italia per riflettere su un fenomeno che, secondo gli ultimi dati dell'Unicef e dell'Unfpa, riguarda oggi almeno 200 milioni di ragazze e donne in 30 Paesi.
Le mutilazioni genitali femminili - pratica lesiva dei diritti umani fondamentali che ha conseguenze gravissime sulla salute fisica e psichica delle ragazze coinvolte - riguardano anche bambine e giovani donne migranti che vivono nel nostro territorio, spesso a rischio di esservi sottoposte quando tornano nel loro Paese di origine durante periodi di vacanza per visitare i parenti.
Durante l’evento dell’11 luglio verrà presentato il progetto After, realizzato in cinque Stati Ue (Italia, Spagna, Belgio, Svezia e Irlanda), coordinato da Actionaid Italia e finanziato dal Programma diritti, uguaglianza e cittadinanza dell’Unione europea.
Il progetto, spiegano gli organizzatori, «vuole combattere questa forma di violenza tramite percorsi di empowerment per le donne e di informazione ed educazione per le loro comunità, affinché rifiutino questa pratica. Si vuole inoltre sensibilizzare un più ampio pubblico in Europa sull’esistenza di questo problema che spesso immaginiamo lontano da noi».
La giornata darà spazio anche alla presentazione di video racconti dal Kenya e alle testimonianze di donne della Tanzania.