Festival "Visioni di futuro, visioni di teatro"

03/03/2016 Tipo di risorsa: Tema: Titoli:

Incontri, tavole rotonde, laboratori, spettacoli teatrali di compagnie provenienti da tutto il mondo per bambini da uno a sei anni: sono alcune iniziative del festival internazionale di teatro e cultura per la prima infanzia Visioni di futuro, visioni di teatro, inaugurato a Bologna il 26 febbraio scorso. L'evento, organizzato da La Baracca – Testoni Ragazzi e giunto alla sua dodicesima edizione, si concluderà il prossimo 6 marzo.
Come nelle precedenti edizioni, il festival affianca alle produzioni una serie di attività formative destinate a educatori e insegnanti.
Ecco alcuni titoli in programma nel fine settimana: Ondersteboven/Sottosopra, degli olandesi Dadodans/Gaia Gonnelli e Dansmakers Amsterdam (venerdì 4 alle 17.30 e sabato 5 alle 11.00); Pop up garden, dell'italiana TPO (sabato 5 alle 9.30 e 16.30); A square world/Un mondo quadrato, dell'artista inglese Daryl Beeton (sabato 5 alle 18.00). Nel primo spettacolo una danzatrice e un musicista invitano il pubblico a sperimentare le infinite possibilità del movimento e del suono, mentre nel secondo un giardiniere speciale crea dal nulla piccoli giardini dove lascia crescere i sogni. Il terzo, infine, è una performance vivace ed esplorativa che racconta la vita di una palla pensata in un mondo per i quadrati, guardando all'ingiustizia dell'essere esclusi.
Visioni di futuro, visioni di teatro è uno dei festival di Small size, performing arts for early years, progetto di rete finanziato dal Programma Creative Europe dell'Unione Europea per il quadriennio 2014 – 2018, che coinvolge diciassette teatri e centri culturali europei che hanno sviluppato competenze specifiche nel campo delle arti performative per la prima infanzia.
Il programma completo è disponibile sul sito de La Baracca – Testoni Ragazzi.