Prevenire il disagio, convegno a Padova

02/07/2013 Tipo di risorsa: Tema: Titoli:

Dal 4 al 6 luglio Padova ospiterà tre giornate dedicate all'utilizzo delle nuove tecnologie per la prevenzione, alle smart community come nuova frontiera per incrementare il benessere delle comunità e a molti temi che riguardano i minori, come l'uso sicuro e consapevole dei nuovi media e il rapporto fra i giovani e l'alimentazione. La nona edizione del convegno nazionale La prevenzione nella scuola e nella comunità: smart community, organizzato dal Laboratorio per la ricerca e il sostegno alla comunità dell'Università di Padova, propone un ricco programma di approfondimenti, articolati in sessioni plenarie e parallele, tavole rotonde, sessioni poster e workshop tematici.

I lavori prenderanno il via con la sessione plenaria L'utilizzo delle nuove tecnologie per la prevenzione del bullismo, che vedrà la partecipazione, fra gli altri, di Ersilia Menesini, docente all'Università di Firenze e Matteo Cantamesse, dell'Associazione editori sviluppatori videogiochi italiani. Il convegno proseguirà con alcune sessioni poster incentrate su vari temi, fra i quali la promozione della salute degli adolescenti e l'educazione tra pari.

La giornata successiva si aprirà con cinque sessioni parallele che si soffermeranno su altri argomenti: la prevenzione dell'oppressione sociale e della violenza, lo sviluppo del capitale sociale, i legami familiari, la prevenzione dell'uso di alcol e le opportunità e i rischi legati ai nuovi media. Il programma della mattina prevede anche una plenaria intitolata Smart communities: le “comunità intelligenti” che promuovono il benessere. Nel pomeriggio, invece, si terranno quattro workshop tematici.

Le sessioni parallele dell'ultima giornata del convegno, infine, saranno l'occasione per riflettere sul ruolo dei contesti nella prevenzione del disagio e della marginalità, sulla prevenzione dei comportamenti a rischio nella scuola e nella comunità, sull'educazione ai media e su altri aspetti. Al loro interno troveranno spazio approfondimenti dedicati a temi che riguardano, in maniera più specifica, i minori (ad esempio la prevenzione del consumo precoce di alcolici negli adolescenti e del disagio psicologico nella scuola attraverso l'intervento di gruppo) e momenti di confronto tra studiosi e operatori a partire dalla presentazione di ricerche e progetti che hanno coinvolto preadolescenti e adolescenti.

Il convegno si concluderà con una tavola rotonda sul tema Nuove e vecchie strategie di prevenzione, che prevede anche un focus dedicato alla prevenzione del gioco d'azzardo patologico tra i giovani. (bg)

AllegatoDimensione
PDF icon programma_convegno.pdf608.99 KB