Nasce l'Osservatorio sulla salute dei minori

19/07/2013 Tipo di risorsa: Tema: Titoli:

Presentato l'11 luglio scorso a Milano, l'Osservatorio nazionale sulla salute dell'infanzia e dell'adolescenza Paidòss si propone di migliorare gli stili di vita e le condizioni di salute dei bambini e degli adolescenti italiani, cercando di coinvolgere istituzioni, enti di ricerca, associazioni e altre realtà. Ne fanno parte esperti del mondo della pediatria, docenti universitari e membri delle istituzioni.

In occasione della giornata di presentazione del nuovo Osservatorio sono stati illustrati i risultati di due indagini sull'assistenza sanitaria ai bambini condotte da Paidòss su 600 pediatri di famiglia e 1000 genitori di tutta Italia.

Dalle ricerche emergono i gravi effetti della crisi sulla tutela della salute dei minori: l'80 per cento dei genitori di bambini fra zero e 14 anni (8,3 milioni secondo l'Istat) ammette di avere difficoltà economiche a garantire cure sanitarie e assistenziali adeguate ai propri figli, limitandole allo stretto necessario, anche per ciò che riguarda quelle primarie. I genitori, con pari intensità nelle diverse regioni, sottolineano i costi elevati di tutto ciò che serve ai figli più piccoli: i pannolini, ad esempio, giudicati una spesa alta dal 57 per cento delle mamme e dei papà e gli apparecchi per i denti, considerati pesanti per le proprie tasche dal 37 per cento dei padri e delle madri.

L'idea dell'Osservatorio nasce proprio da qui, dalla consapevolezza delle difficoltà incontrate dalle famiglie e della necessità di riconoscere la dovuta attenzione a un tema così importante come quello della tutela della salute dei minori. Il suo obiettivo è infatti quello di «contribuire a posizionare le tematiche relative alla salute del bambino e dell'adolescente al centro delle scelte sociali e politiche del Paese».

Quattro gli ambiti di azione della nuova struttura: ricerca, advocacy, formazione e comunicazione. L'attività di Paidòss si snoderà attraverso ricerche e studi sulle principali problematiche della salute di bambini e adolescenti mirati alla prevenzione e alla cura, collaborazioni con agenzie e organizzazioni nazionali e regionali volte a incidere sulle politiche e sui programmi che contribuiscono al raggiungimento dell'obiettivo dell'Osservatorio, eventi e corsi di formazione rivolti a operatori sanitari, medici, studenti e genitori e, infine, campagne di sensibilizzazione e altre attività di comunicazione finalizzate a informare e sensibilizzare sul tema della tutela della salute dell'infanzia e dell'adolescenza.

Fanno parte del Comitato d'onore di Paidòss, fra gli altri, Ferruccio Fazio e Livia Turco, ministri della salute nelle precedenti legislature. (bg)