Documentazione L. 285/1997

La documentazione è un’attività prevista dalla Legge 285 per sostenere l’informazione, il monitoraggio, la diffusione e lo scambio delle esperienze che vengono realizzate sui territori grazie ai fondi assegnati dalla legge. Per sostenere le progettualità e l’utilizzo delle risorse messe a disposizione dal Fondo Legge 285/1997, nei primi anni di applicazione della legge sono stati realizzati due manuali: Infanzia e adolescenza diritti e opportunità - Orientamenti alla progettazione degli interventi previsti dalla legge n. 285/97 (anno di pubblicazione 2018) e Il calamaio e l'arcobaleno - Orientamenti per progettare e costruire il Piano territoriale della L.285/97 (anno di pubblicazione 2000).

La documentazione si è occupata fin dall’inizio di applicazione della legge della raccolta delle progettualità attraverso un sistema di banche dati che sono state sviluppate nel corso degli anni . Attualmente il sistema si occupa non solo della raccolta dei progetti realizzati dalle città riservatarie, ma anche della loro rendicontazione.

Documentare la progettualità 285 ha significato anche realizzare degli approfondimenti tematici sulle esperienze significative prodotte dalle città riservatarie della legge al fine di favorirne la conoscenza e lo scambio. L’analisi delle buone pratiche territoriali ha riguardato esperienze identificate come particolarmente significative nella progettazione per l’infanzia e l’adolescenza. Il campo di indagine è rappresentato da tutti i progetti finanziati con la legge 285/1997 in modo esclusivo o come cofinanziamento che si aggiunge ad altre risorse di livello regionale e/o locale. La metodologia di studio adottata dal Centro nazionale prevede che i criteri di valutazione dei progetti da segnalare come buone pratiche siano elaborati in modo condiviso insieme ai referenti territoriali. L’attività di raccolta e valorizzazione delle buone pratiche si basa su ricognizioni tematiche effettuate a partire dai progetti delle banche dati 285.