Sostegno alla genitorialità, seminario ChildONEurope

Una riflessione sulle politiche pubbliche nazionali dedicate al sostegno della genitorialità positiva. A proporla è il prossimo seminario annuale della Rete europea degli osservatori nazionali sull'infanzia e l'adolescenza (ChildONEurope), in programma il 23 maggio all'Istituto degli Innocenti di Firenze. Nel corso della giornata di studio, rivolta ai partner della Rete e a operatori ed esperti che si occupano del tema, sarà presentata un'analisi comparativa delle politiche e pratiche nazionali di supporto alla genitorialità.

Il seminario Le politiche pubbliche di sostegno alla genitorialità positiva: nuove prospettive per le politiche nazionali – a cui prenderanno parte, oltre a referenti della Rete, rappresentanti del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, del Dipartimento per le politiche della famiglia, della Commissione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo, del Consiglio d'Europa e di Eurochild e altri esperti – è articolato in tre sessioni.

La prima, plenaria, sarà l'occasione per approfondire vari aspetti dell'argomento. Maria Herczog, membro della Commissione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo, si concentrerà sulle diverse dimensioni di sostegno alla genitorialità, mentre Mary Daly, dell'Università di Oxford, presenterà una relazione intitolata Sostegno alla genitorialità: un nuovo settore d'intervento per le politiche nazionali. Focus dell'ultimo contributo della plenaria, l'esperienza italiana del progetto Pippi, programma sperimentale per la prevenzione dell'allontanamento dei minori dalle famiglie di origine promosso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e realizzato in collaborazione con l'Università di Padova e dieci città riservatarie. A parlarne sarà Paola Milani, docente dell'Università di Padova e coordinatore scientifico del progetto.

Questi i temi della seconda sessione: Genitorialità positiva: un dovere non solo dei genitori, Sostegno alla genitorialità in Europa: uno studio comparativo delle politiche e delle pratiche e Metodi e buone pratiche di sostegno alla genitorialità in Italia: Il Dipartimento per le politiche della famiglia. Il primo sarà approfondito da Mona Sandbak, che si soffermerà sulla Raccomandazione del Consiglio d'Europa del 2006 sulle politiche di sostegno alla genitorialità positiva; l'analisi comparativa sarà presentata da Agata D'Addato, di Eurochild, mentre del terzo e ultimo argomento della sessione parlerà Luciana Saccone, direttore generale del Dipartimento per le politiche della famiglia.

La terza sessione, infine, prevede tre panel sui seguenti argomenti: L'approccio collaborativo e partecipativo nel processo di pianificazione, Famiglia e sostegno alla genitorialità come forme di intervento precoce e di prevenzione degli abusi sui minori, L'opinione dei destinatari: cosa funziona dal punto di vista dei genitori. Interverranno, fra gli altri, Jenny Gray, presidente della Società internazionale per la prevenzione degli abusi sui minori, Roberta Ruggiero, coordinatore del Segretariato ChildONEurope e Raffaella Pregliasco, ricercatrice dell'Istituto degli Innocenti. Il 24 maggio si terrà l'assemblea della Rete.

ChildONEurope è composta da 27 paesi. Di questi, 7 sono membri (Belgio francese, Danimarca, Francia, Irlanda, Italia, Lussemburgo e Spagna) e 20 sono associati (Austria, Belgio fiammingo, Bulgaria, Cipro, Repubblica Ceca, Estonia, Finlandia, Germania, Grecia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Portogallo, Repubblica Slovacca, Slovenia, Svezia, Olanda e Regno Unito). (bg)

(Crediti foto)

AllegatoDimensione
PDF icon programma_seminario.pdf43.96 KB